Storia di Dodo, ucciso per la sua passione civile a 22 anni

Da Focus on Africa

Aveva appena terminato gli studi e stava muovendo i suoi primi passi nel mondo del lavoro, Mumbere Ushindi. Lo chiamavano Dodo, ed è stato ucciso lunedì scorso mentre partecipava ad una manifestazione nella città di Beni, Nord Kivu, nell’Est della Repubblica democratica del Congo.

Aveva ventidue anni ed era un militante del movimento di cittadini LUCHA, Lutte pour le Changement, che da quasi un anno si oppone allo Stato d’assedio, deciso del governo di Kinshasa per fermare la guerra che sta devastando le province al confine con l’Uganda ed il Ruanda. Da quando le autorità civili sono state sostituite da quelle militari, però, la violenza non ha mai accennato una tregua.

Continua a leggere

Cara Unione Europea

Financial Times dell'11 maggio 2016Cara Unione Europea,

questo è un momento decisivo per mettere fine ai minerali dei conflitti.

Ad oggi i cittadini europei non possono essere sicuri che gli smartphone, le auto o gli altri prodotti hi-tech acquistati non siano stati fabbricati usando minerali associabili a violazioni dei diritti umani. Per affrontare questa questione, nel 2014 è stata proposta una legge europea sui minerali dei conflitti, ed attualmente siamo alle negoziazioni finali. In questo cruciale momento, gli stati europei devono dimostrare ai loro cittadini di sostenere una regolamentazione obbligatoria su tutta la filiera produttiva dei minerali dei conflitti. Il requisito vincolante è fondamentale per una legge che possa fare la differenza per le persone che vivono nelle aree di conflitto e per dare garanzie ai cittadini europei! Continua a leggere